PAGE CURRENTLY UNDER TRANSLATION

Trevignano Romano

Trevignano fu un importante insediamento etrusco, come testimoniano le numerose necropoli che si estendono per circa tre chilometri alle spalle dell’odierno abitato, che hanno restituito interessanti reperti oggi conservati presso il Museo civico Archeologico. Situato al piano terra del palazzo comunale (aperto quasi tutti i giorni e ad ingresso gratuito) il Museo ospita circa 350 reperti provenienti dalle necropoli etrusche del territorio di Trevignano.

Salendo dalle vie del centro storico si arriva alla chiesa parrocchiale di S. Maria Assunta (aperta solo la domenica mattina per le funzioni religiose). Di origine cinquecentesca, la chiesa fu completamente rifatta in stile barocco.

Dal piazzale antistante la chiesa è possibile salire, tramite un sentiero, fino alla rocca eretta nel 1200 per volere del papa Innocenzo III. La fortezza venne distrutta nel 1496 da parte dell’esercito papale agli ordini di Giovanni Borgia, nel corso della guerra scatenata contro gli Orsini da papa Alessandro VI Borgia, che peraltro non riuscì a impossessarsi del castello di Bracciano. Dalla rocca si gode un suggestivo panorama del lago e dei paesi circostanti al di sopra dei tetti di Trevignano

Infine, a un chilometro dal paese, dove c’è il cimitero, si trova la chiesa di San Bernardino da Siena (aperta solo in occasione di funzioni religiose), edificata nel 1452 nel luogo in cui, si racconta, avvenne il primo incontro tra il santo e la popolazione trevignanese in fuga dal presunto arrivo dei saraceni. Sul lato sinistro vi è una grossa pietra che, secondo la tradizione, sarebbe il masso sopra il quale San Bernardino predicò al popolo.

  • Ad aprile a Trevignano Romano si svolge la Marathon del lago di Bracciano, una manifestazione ciclistica di mountain bike.
  • Ogni prima e terza domenica del mese si svolge il mercatino dell’artigianato e dell’antiquariato, nella Piazza del Molo e sul Lungolago.