PAGE CURRENTLY UNDER TRANSLATION

Bracciano city

Il nome di Bracciano (chiamato nel corso del medioevo Brachianum, Brazanum, Brasanum o Barcenium) è legato alla parola “braccio”. Lo stemma stesso del paese rappresenta un braccio che tiene una rosa, simbolo della famiglia Orsini, mostrando così il legame tra la Comunità ed il suo signore.
Il Belvedere della Sentinella è un punto da cui si ha una vista incantevole del lago, della natura e delle colline che lo circondano; tutto ciò si fonde dando vita ad un panorama mozzafiato, da cui si possono scorgere bene i comuni di Trevignano Romano e Anguillara Sabazia che si affacciano sul lago. Oggi la sentinella è un punto di ritrovo per la gente di Bracciano, specialmente i giovani, ma pochi conoscono la storia per cui essa è stata costruita.

Storia della costruzione della “Sentinella”

Nel 13° secolo, il paese era difeso da un sistema di case fortificate, mentre, andando avanti nel tempo fino al 15° secolo, Bracciano aveva bisogno di proteggersi dal progressivo aumento e propagazione delle armi da fuoco nell’ambito della guerra, così vennero costruite delle mura difensive d’avanguardia attorno a quello che era a quell’epoca il paese.

A sud della cinta di mura di Bracciano, si scavò un fossato e per accedere, così, alle due porte della cittadina (Porta Maria e Porta Falsa) si dovette costruire un ponte levatoio.

Il Bastione della Sentinella fa parte di questa ultima serie di fortificazioni della città, fu edificato da Gentil Virginio Orsini, signore di Bracciano, nel 1494 per combattere contro le truppe di Papa Alessandro VI, che stavano assediando il borgo.

sentinella

  • Nel borgo medievale potrete ammirare la fontana del Vignola sulla piazza del Comune, la Collegiata di Santo Stefano e le chiese di Santa Maria del Riposo e di San Sebastiano.

    Le altre opere religiose:

    • Chiesa di San Lorenzo, (loc. Pisciarelli)
    • Chiesa di Santa Maria Novella
    • Chiesa della Visitazione

Eventi a Bracciano

  • La Passione di Cristo (dal 1976 ogni Venerdì Santo), rievocazione storica della Passione di Gesù a cura dell’associazione Rione Monti di Bracciano.

  • Euro Music Fest, manifestazione musicale – agosto

  • Ogni seconda domenica del mese si svolge a Bracciano un mercatino dell’artigianato e dell’antiquariato.

  • Festa del Volontariato, si svolge a settembre in piazza IV novembre (piazza del Comune)

Castello Odescalchi

di Bracciano

Tel. +39.06.99.80.23.79
Fax +39.06.99.80.91.75
castello@odescalchi.it

bracciano

Costruito dalla famiglia Orsini nel 1470 intorno ad una vecchia rocca medioevale, risalente al 1200, presso la sponda meridionale del lago di Bracciano. La fortezza è l’ideale punto di unione  tra architettura militare e civile. L’ampiezza  architettonica e le ricche collezioni di arredi e ceramiche, oltre a quelle di armi e armature, ne fanno un polo artistico e culturale regionale tra i più significativi.

Orario estivo 16 marzo – 15 ottobre:

Martedì-venerdì 10:00 – 12:00    15:00-17:00

sabato e domenica 10:00-18:00

Orario invernale 16 ottobre – 15 marzo:

Martedì-venerdì 10:00 – 12:00     14:00-16:00

sabato e domenica 10:00-17:00

chiuso il lunedì, ad esclusione del mese di agosto in cui è aperto tutti i giorni

Per le visite guidate chiamare:

T. +39 (06) 99804348

e-mail: museo@odescalchi.it

 

Museo Civico

di Bracciano, Via Umberto I, n. 5

Le collezioni del museo testimoniano una realtà storica molto articolata nel tempo, sebbene circoscritta al solo ambito comunale, e per questo comprendono una parte archeologica ed una parte storico artistica.

dal 1 giugno al 30 settembre
da martedì a venerdì                 ore 17:00 – 20:00
sabato, domenica e festivi        ore 10:00 – 13:00 e 17:00 –  20:00

dal 1 ottobre al 31 maggio
da martedì a venerdì                 ore 9:00 – 13.00
sabato, domenica e festivi        ore 10:00 – 18:00

24 e 31 dicembre aperto dalle 10:00 alle 13:00;
25 e 26 dicembre, 1 gennaio chiuso.

 

Museo Storico Aeronautica Vigna di Valle

Aeroporto “Luigi Bourlot”

Strada Circumlacuale, snc

Loc. Vigna di Valle
Bracciano

Tel/Fax 06.99887509/8-Fax 06.99887509

E-mail: musexpo@tiscali.it

Il Museo Storico dell’Aeronautica Militare, con i suoi 13.000 m2 di superficie espositiva coperta, è uno dei più grandi ed interessanti musei del volo esistenti al mondo. Accoglie al suo interno oltre 60 velivoli ed una cospicua collezione di motori e cimeli aeronautici di vario genere che raccontano, in sequenza cronologica, la storia del volo militare in Italia e quella degli uomini che ne furono protagonisti.

museo_aeronautica

Periodo ora legale     ore 09.00 – 17.30

Periodo ora solare     ore 09.00 – 16.30

CHIUSO nei giorni di Capodanno, Pasqua, Natale e tutti i lunedì feriali.

L’INGRESSO AL MUSEO STORICO E’ GRATUITO

San Liberato

Indirizzo: Via Settevene Palo, 33 (Km 20), Primo Tronco, 00062 Bracciano

Telefono: (+39) 06.99805460
(su questo numero è attiva la segreteria telefonica),
Cellulare: (+39) 348.6198621,
Email: info@sanliberato.it
Web: www.sanliberato.it

E’ possibile visitare la Tenuta di San Liberato solo previo appuntamento telefonico.

A tutte le richieste sarà data una risposta il prima possibile.

san liberato

Il Parco Botanico di San Liberato si estende intorno al nucleo della Chiesa, della Villa padronale e dei fabbricati rurali arrivando ad occupare una superficie di circa 7 ettari.

Il risultato che è possibile ammirare oggi è stato ottenuto in un arco di tempo di circa cinquant’anni , dal 1964 ad oggi, di dedizione operosa e di lavoro creativo, reso possibile grazie alla passione del Conte Donato Sanminiatelli, storico dell’arte nonché prodigioso giardiniere, della sua consorte Principessa Maria Odescalchi, del loro figlio Andrea e del grande paesaggista inglese Russel Page che coordinò i lavori che fossero in costante dialogo con la natura e il sogno.

Racchiude specie provenienti da tutto il mondo, aceri canadesi, ciliegi giapponesi, liquidambar e parrotie persiche convivono con canfore, liriodendri tulipifera, nysse  che contribuiscono in autunno ad accendere di colori brillanti l’intera Tenuta.

Una parte del giardino è dedicata alle piante acidofile; vi si possono ammirare camelie in collezione, rododendri, profumate Choysia  ternata e bambù neri. San Liberato è anche un roseto o meglio, una galleria infinita di rose dalle mille tonalità di colore, interrotta e ripresa da una fontana in pietra, culla e giaciglio di ninfee e di verdi ranocchie.

A rendere sublimi la Chiesa e il campanile, sui quali vigilano un fico e un cipresso pluricentenari, è la vista a volo d’uccello sulle acque del lago di Bracciano. Questo regno di minuzie e vastità, di luci ed ombre, questo crescendo di fiori e piante, conducono ilvisitatore in un universo segreto in cuiogni ansia svanisce.

Parco naturale di Bracciano e Martignano

Il Parco Naturale Regionale di Bracciano Martignano è stato istituito il 25 novembre 1999 con lo scopo di garantire e promuovere la conservazione e la valorizzazione del territorio e delle risorse naturali e culturali del vasto comprensorio dei Monti Sabatini.

parco_bracciano_martignano

Il Parco Naturale Regionale di Bracciano Martignano è stato istituito il 25 novembre 1999 con lo scopo di garantire e promuovere la conservazione e la valorizzazione del territorio e delle risorse naturali e culturali del vasto comprensorio dei Monti Sabatini. L’Area Protetta si estende per 16.682 ettari sul territorio dei comuni di Anguillara Sabazia, Bassano Romano, Bracciano, Campagnano di Roma, Manziana, Monterosi, Oriolo Romano, Roma (XX Municipio), Sutri e Trevignano Romano, a cavallo tra le Province di Roma e Viterbo.

All’interno dei confini del Parco si trovano due importanti Monumenti Naturali: la “Caldara di Manziana”, caratterizzato dalla presenza di acque sulfuree e di boschetti di betulle; e la zona umida delle “Pantane e Lagusiello” di Trevignano Romano, preziosa area di rifugio per gli uccelli acquatici.